« Indietro

Inaugurazione del nuovo Centro Sovracomunale di Protezione Civile

Verrà inaugurata sabato 23 settembre, alle ore 10.30 la nuova sede del Centro Sovracomunale di Protezione Civile situata a Torre del Moro.

Al taglio del nastro interverranno - accanto al Sindaco di Cesena Paolo Lucchi e all'Assessore alla Protezione Civile Francesca Lucchi – l'Assessore Regionale Difesa del Suolo e della Costa, Protezione Civile, Politiche Ambientali Paola Gazzolo,  il Direttore dell'Agenzia Regionale Sicurezza Territoriale e Protezione Civile Maurizio Mainetti, il Prefetto di Forlì-Cesena Fulvio Rocco de Marinis.

Al taglio del nastro seguirà la visita alla struttura e un buffet allestito a cura delle cuoche del Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile - Cesena.

Il centro rappresenterà un importante polo di riferimento delle attività di Protezione Civile per il territorio cesenate: ospiterà, quando saranno attivati nei casi di emergenza, il C.O.C. - Centro Operativo Comunale o il C.O.M. - Centro Operativo Misto e potrà dare supporto anche ad altri Comuni in difficoltà, accogliendo il Centro Operativo Intercomunale (come previsto dal Piano Intercomunale di Protezione Civile dell'Unione dei Comuni Valle del Savio approvato nel giugno scorso).

Nella nuova sede opereranno i dipendenti della Protezione Civile del Comune di Cesena e dell'Unione Valle del Savio, oltre ai Volontari del "Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile - Cesena" che conta ad oggi circa 180 iscritti.

La struttura, realizzata dal Comune di Cesena, è collocata in una zona logisticamente ottimale e ben collegata con le principali vie di comunicazione del territorio ed è dotata di moderne tecnologie che consentono di agevolare le attività ordinarie e di ottimizzare la gestione delle emergenze.
L'edificio si estende su una superficie complessiva di 600 mq, comprende 3 uffici, una sala radio, una sala riunioni;  nell'area esterna è, inoltre, presente un fabbricato di 120 mq utilizzato per il ricovero delle attrezzature utilizzabili dal Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile. 

A livello impiantistico, va posta in particolare evidenza la realizzazione di un impianto fotovoltaico che va a coprire parte del fabbisogno di energia elettrica dell'edificio. Sempre sul versante della sostenibilità ambientale, non è previsto alcun utilizzo di gas metano, in quanto un impianto a pompa di calore elettrica assicura il riscaldamento invernale e il condizionamento estivo, e uno scaldacqua a pompa di calore consente di produrre l'acqua calda sanitaria; entrambi questi impianti consentono di produrre energia termica utilizzando fonti energetiche rinnovabili.

A partire da sabato 23 settembre, quando i dipendenti dell'Ufficio Protezione Civile si trasferiranno nella nuova sede, sarà pienamente operativo anche l'apparato radio ed apposito parco antenne che garantirà le radiocomunicazioni di emergenza gestite in sala radio. 
L'edificio, per la sua funzione strategica, è dotato anche di un generatore che lo rende autonomo in caso di interruzione della fornitura di corrente elettrica.
Presso la nuova sede saranno organizzate in maniera più funzionale tutte le attività di progettazione e pianificazione tipiche del "tempo di pace": raccolta dati, elaborazione di piani specifici per la previsione e la prevenzione e mitigazione dei rischi, amministrazione delle risorse economiche disponibili da fonte comunale, dell'Unione, regionale e nazionale, destinate al rafforzamento del sistema locale di Protezione Civile, organizzazione e formazione dei Tecnici di Protezione Civile e delle Organizzazioni di Volontariato del territorio cesenate e della vallata del Savio.Durante l'emergenza, il centro di via Parri diventerà invece la centrale operativa delle operazioni dirette al soccorso delle popolazioni colpite e ad ogni altra attività necessaria e indifferibile diretta al contrasto e al superamento dell'emergenza, anche su territori più vasti rispetto al solo Comune di Cesena.

Nel centro lavoreranno stabilmente quattro Tecnici affiancati, al bisogno, da altre figure dipendenti del Comune di Cesena e dei Comuni e dell'Unione della Valle Savio, in modo da avere sempre a disposizione una struttura in grado di fornire il necessario presidio del territorio. 
Tale unità dialogherà costantemente con il Servizio Area Romagna dell'Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile, con cui peraltro sussiste un consolidato rapporto di collaborazione, oltre agli altri Enti ed organizzazioni costituenti il sistema della Protezione Civile, in modo da garantire la necessaria sussidiarietà durante tutte le attività sopra descritte.

Per la realizzazione della struttura è stata stanziata da parte del Comune di Cesena una somma pari a 400 mila euro, oltre a 100 mila euro arrivati tramite finanziamento dell'Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e Protezione Civile.

"Con l'inaugurazione del nuovo Centro Sovracomunale di Protezione Civile - affermano il Sindaco Paolo Lucchi e l'Assessore alla Protezione Civile Francesca Lucchi - anche il Comune di Cesena e l'Unione dei Comuni Valle del Savio avranno a disposizione una struttura moderna e funzionale alle attività della nostra Protezione Civile: si tratta di un elemento che va ad ampliare la rete locale delle strutture di protezione civile e contribuisce a migliorare il livello di sicurezza per la nostra comunità, costituendo un luogo idoneo ad affrontare in maniera più organizzata e coordinata eventuali criticità sul territorio".