« Indietro

Al via il ciclo di incontri “StartApp – L’Appennino che riparte”

Da venerdì 7 aprile, presso Palazzo Pesarini a S. Piero in Bagno, prenderà avvio un ciclo di conferenze - promosso dall'Unione dei Comuni della Valle del Savio in collaborazione con l'associazione di promozione sociale "Il  Faro di Corzano" - dedicato alle recenti trasformazioni del  mondo del lavoro nell'appennino tosco-romagnolo.

Gli incontri si svilupperanno per tutto il 2017 e affronteranno  i temi più rilevanti della nostra economia: dalle opportunità  offerte dalla cosiddetta industria 4.0 fino al ruolo innovativo delle start-up, passando per i cambiamenti in settori cruciali per il nostro tessuto imprenditoriale, come l'economia  circolare, la green economy, la robotica e il turismo ecosostenibile.
 
Il ciclo di conferenze "StartApp – L'Appennino che riparte" si rivolge a tutti i cittadini dell'Unione della Valle del Savio e, in particolare, agli operatori economici attivi nel territorio che intendono confrontarsi con le sfide più urgenti della nostra economia.
Ad ogni incontro parteciperanno esperti del settore, amministratori pubblici e esponenti delle professioni, per poter creare un momento di confronto approfondito e ampio sui temi al centro del dibattito.
 
"Questo ciclo di conferenze dedicato al mondo del lavoro e rivolto soprattutto alle generazioni più giovani – spiega il vice Presidente dell'Unione, Marco Baccini – si inserisce perfettamente nel progetto che stiamo portando avanti all'interno dell'Unione, nel tentativo di stimolare uno sviluppo socio-economico del nostro territorio e mettere ulteriormente in sintonia il mondo delle imprese con i ragazzi che vivono nei nostri Comuni".
 
"È una grande occasione di apprendimento e approfondimento per i nostri concittadini – dichiara Deborah Mosconi, presidente dell'associazione Il Faro di Corzano – che abbiamo pensato soprattutto per i nostri giovani, affinché possano affrontare con maggiore consapevolezza le attuali trasformazioni del mondo del lavoro. Un ciclo di appuntamenti dedicato soprattutto a chi guarda al futuro dell'economia delle nostre comunità con occhi disincantati, ma nella ferma convinzione che siano proprio queste fasi di incertezza a fornire le maggiori opportunità di innovazione e crescita".
 
Il primo incontro in programma (venerdì 7 aprile, ore 20.45, Palazzo Pesarini, via G. Verdi 4 a San Piero in Bagno) vedrà la partecipazione del prof. Franco Mosconi, docente all'Università di Parma ed editorialista del Corriere della Sera (edizione dell'Emilia-Romagna). Tra i massimi esperti nell'ambito della politica industriale, il prof. Mosconi terrà una relazione sull'importanza dei distretti industriali nell'economia emiliano-romagnola e, nello specifico, sulle possibilità di sviluppo nei Comuni dell'Unione.
 
Intanto, continua la raccolta dei questionari on-line rivolti ai giovani di età compresa tra i 19 e i 30 anni, che l'Unione Valle Savio ha predisposto per coinvolgere attivamente il mondo giovanile della Vallata al fine di definire l'attuale condizione occupazionale giovanile e quindi delineare gli scenari futuri della realtà socio economica locale. Sulla base di questi saranno individuate e messe in pratica le azioni tese a creare un collegamento diretto fra giovani, scuola e mondo del lavoro.
 
Le iniziative e le informazioni del progetto "Giovani e Lavoro" sono reperibili sul sito internet dell'Unione Valle Savio e possono essere ricevuti iscrivendosi alla newsletter dedicata (news.informagiovani@unionevallesavio.it).
 
A breve, inoltre, sarà attivato il servizio Informagiovani dedicato ai giovani della Valle del Savio, che sarà aperto presso i locali appositamente realizzati all'interno del Teatro Garibaldi a San Piero in Bagno, ove personale specializzato, in sinergia con l'Informagiovani del Comune di Cesena, potrà fornire informazioni su iniziative e attività di orientamento al mondo del lavoro.